Grazie Ragazzi, Grazie Coach Stefano!!

Stefano Vidili Head Coach

Il colpo d’occhio è piacevole, interessante, profondo e carico di emozioni una squadra giovane neo promossa con obiettivi ben precisi e guidati da un coach che non molla mai, e nello stesso tempo consapevole di aver fatto tutto il possibile per giocare una partita importante, dopo aver raggiunto un risultato storico di qualificazione alle semifinali play-off.

L’arena è colma i ragazzi concentrati e pronti alla battaglia, trascinati dal suo condottiero e da un capitano indomito sotto le plance che trascina i suoi ragazzi al cospetto di chi ha tanta esperienza e la capacità di un gioco, apparentemente freddo,  ma che produce nel contesto canestri  semplici e importanti. Un saluto particolare va anche ad una conoscenza particolare che gioca nelle fila del Chivasso ed è Simone Delli Guant, il preparatore fisico dei nostri ragazzi che ovviamente quando in campo si dimentica, con rispetto dei suoi allievi ma se ne ricorda nel momento dello sconforto in spogliatoio, andandoli ad incoraggiare..un gran carattere e persona degna della nostra stima.

Sarebbe opportuno ricordare come è andata la partita da un punto di vista tecnico, tattico e mentale…ma sarebbe inopportuno rispetto alla mentalità, al comportamento ed alle emozioni che la serata ha provocato…quindi il cronista vuole commentare quello che questa squadra ha creato intorno ad un progetto iniziato quest’anno, come anno zero e che porterà sicuramente frutti nei prossimi anni. La dimostrazione è stato l’entusiasmo ed il calore della serata con tutti i giovani presenti delle squadre giovanili con i loro genitori ad incoraggiare all’interno  della “‘Arena” del Poli.

A trascinare e coordinare tutti con la voce, tamburi e quant’altro un gruppo ragazzi che chiamarli “ultras” sarebbe diminutivo perchè hanno dimostrato come si “fa” il tifo alla propria squadra. Ovviamamente l’amore e l’attaccamento per questa società da parte di ex giocatori, allenatori  e persone che si sono calate in queste vesti,  la dice lunga su quanto le persone ed in particolare chi ha lavorato negli anni passati ha visto riconoscersi un tale tributo..e ovviamente il pensiero va al presidente che, negli ultlimi venticinque anni, è quello che più ha creduto e crede nel lavoro soprattutto giovanile e del minibasket… non è  peccare di presunzione ne tantomento di “paraculismo” è la nuda e cruda realtà..

Questo ha portato a progettare, programmare, gestire le risorse sia umane che economiche: sempre e seppur in difficoltà per fare quadrare i conti.. ma, grazie e soprattutto ai sacrifici degli ultimi anni nel settore giovanile sta dando il suo principale risultato quello imparare ad allenarsi e stare in palestra e, parafrasando, con sangue sudore e lacrime ma con un ottima dose di divertimento con obiettivo far crescere i ragazzi a trecento sessanta gradi.

Tutto questo senza troppo clamore, senza troppe false illusioni, ma con la consapevolezza di un lavoro continuo che senza la volontà del ragazzo sarebbe impossibile da raggiungere…quindi bravi a questi ragazzi che a volte sembrano maltrattati dai loro allenatori che vogliono solo il loro bene,  bravi a questi ragazzi che forse rinunciano ad un altro divertimento per migliorarsi, in uno sport che li appassiona , bravi ai loro allenatori più esperti a partire da coach Stefano Vidili che è molto di più di una bandiera per la nostra società, grazie a coach Gianfranco Matera al suo primo anno a Piossasco  e voluto fortemente dal nostro club perchè capace con professionalità ad insegnare ai giovani i fondamentali individuali… l’ABC per proseguire dalle elementari alle medie alle superiori, senza bruciare troppe tappe in fretta, con la pazienza di non arrivare subito…grazie a tutti gli allenatori giovani e meno giovani di Piossasco che stanno facendo la storia e intravisto e intrapreso un percorso che li porterà un domani ad essere loro gli allenatori di questi giovani, con l’esperienza accumulata con i coach più esperti;  grazie agli istruttori e istruttrici del mInibasket fonte FONDAMENTALE ED INESAURIBILE di un un futuro settore giovanile, dove si creano entusiasmo e attacamento per questa bellissima attività.. tutto questo si è visto quella sera al Poli e quella partita ed ha voluto significare molto di più di una…sconfitta!!

Bravi ai nostri rappresentanti  in campo che di tutto questo si devono sentire molto fieri…l’esempio della serenità si è confermata alla riunione tecnica allenatori del giorno dopo, dove coach Stefano Vidili è stato accolto con un grande applauso dai suoli colleghi a riconoscenza del lavoro costruito e che, forse per una parte di settore giovanile, conclude un ciclo ma è subito pronto ad iniziarne uno nuovo…SEMPRE E COMUNQUE FORZA ALTER!!

 

Condividilo questo articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *